Vishka-Sabet-Azar

Vishka Sabet Azar

Vishka Sabet Azar è nata in una famiglia artistica, nel settembre 1987, a Mashhad, una grande e fredda città nel Nord- Est dell’Iran. Conosceva l’arte fin dall’infanzia e ha imparato a dipingere già da piccola. Ha studiato arte a scuola e, invecchiando, sì è interessata alle questioni sociali e alle varie tecniche pittoriche. Ha seguito tutti gli avvenimenti successi alle donne in qualsiasi parte del mondo. Si è resa conto che i problemi delle donne e dei bambini non sono solo la mancanza di libertà o povertà, ma hanno un aspetto intellettuale e vanno oltre l’area geografica. La sua prima mostra ufficiale si è svolta su invito della Fondazione Mazzullo a Taormina, in Sicilia, ed è stata ben accolta e successivamente ha realizzato altre mostre nella stessa città.
Una delle mostre di Taormina è stata introdotta dal professor Vittorio Sgarbi. Vishka, insieme al fratello Amir, ha esposto trenta opere d’arte al Festival Babele a Nord-Est, nella città di Padova.
Vishka è tornata nel suo studio e casa in Iran con notevoli esperienze e successi per creare nuove opere per la sua prossima mostra. Durante i successivi viaggi in Italia, ha esposto in altre importanti mostre come: al Museo Civico di Noto, palazzo della cultura di Catania, un palazzo antico a Torre Archirafi, al Museo Arcos di Benevento, Napoli e in altre grandi palazzi in Campania oltre a qualche gallerie importante, sempre in Campania. Attualmente vive in Italia e sta preparando altre esposizioni.

Ombre vaganti
olio su tela 148x203 cm
Baco di donna
olio su tela 74x210 cm
Il sipario dello specchio
olio su tela 65x65 cm